Si  ricorda a quanti volessero sostenere le attivitā di studio, ricerca e  valorizzazione dell’opera e della figura di Giuseppe Verdi, che č possibile destinare il 5x1000 all’ Istituto  nazionale di studi verdiani indicando il seguente codice fiscale: 80006190344 nella sezione dedicata al "sostegno delle organizzazioni non lucrative di utilitā sociale, delle associazioni di promozione sociale e delle associazioni riconosciute che operano nei settori  di cui all'art. 10, c. 1 lett. a, del D.Lgs. n. 460 del 1997, e delle fondazioni nazionali di carattere culturale". L’Istituto č anche Fondazione riconosciuta per la deducibilitā delle erogazioni liberali.

 

L’Istituto di studi verdiani nato a Parma nel 1959 per iniziativa del M.° Mario Medici diviene nel 1963 ente di diritto pubblico; nel 1989 č denominato “Istituto nazionale di studi verdiani” ed č dal 2002 Fondazione di diritto privato.
L’Istituto ha lo scopo di tutelare, valorizzare e diffondere l’opera e la figura di Giuseppe Verdi attraverso una serie di iniziative e di attivitā. Verdi č figura centrale nella cultura nazionale ed internazionale dell’Ottocento, e la sua opera gode tuttora di una ininterrotta fortuna. La personalitā del compositore ed i suoi molteplici interessi emergono dalla sua copiosa corrispondenza. La concezione unitaria del teatro musicale č la caratteristica saliente della drammaturgia verdiana e la sua novitā all’interno della tradizione italiana. Il genio verdiano si manifesta anche nella sua capacitā di sintesi di esperienze musicali e letterarie provenienti da altre tradizioni: francese, inglese, tedesca e spagnola.
L’attivitā di studio e di ricerca promosse dall’Istituto si realizzano attraverso le sue strutture (Biblioteca, Archivio della corrispondenza verdiana, Archivio visivo, Discoteca), attraverso la pubblicazione di periodici e di volumi, l’organizzazione e la realizzazione di congressi e convegni, incontri di studio, corsi in collaborazione con le universitā ed altri enti culturali, audizioni discografiche, allestimenti di mostre e attraverso la gestione del Premio internazionale Rotary Club di Parma “Giuseppe Verdi”.

STATUTO DELLA FONDAZIONE
DELL'ISTITUTO HANNO DETTO